Rete Osservatori regionali dei contratti pubblici

ITACA ha promosso e realizzato, sin dalla sua costituzione, azioni destinate a favorire e rafforzare la trasparenza negli appalti pubblici. Tra le finalità statutarie, infatti, di rilievo è l’attività dell’Istituto destinata allo sviluppo e la promozione della trasparenza nelle diverse fasi del ciclo degli appalti e delle concessioni pubbliche.

A partire dagli anni 90, e dunque prima ancora della costituzione dell’Osservatorio dell’Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici (oggi ANAC), diverse Regioni hanno istituito un proprio Osservatorio regionale di lavori pubblici. Nel 1999, con l’approvazione del Protocollo generale in sede di Conferenza Stato-Regioni, prende avvio l’Osservatorio nazionale dei lavori pubblici articolato in una sezione centrale presso l’Autorità, ed in sezioni regionali presso le sedi delle Regioni e delle Province autonome.

Dal 2001, gli Osservatori regionali ed ITACA avviano la collaborazione con il Ministero delle infrastrutture e trasporti nell’ambito delle attività di cooperazione per la gestione del Servizio Contratti Pubblici (SCP). Il Servizio dà attuazione agli obblighi informativi e di pubblicità previsti dal Codice dei contratti pubblici in ordine a:

  • pubblicitĂ  di avvisi, bandi ed esiti di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture;
  • pubblicitĂ  dei programmi biennali di acquisti di beni e servizi e dei programmi triennali dei lavori pubblici, nonchĂ© dei relativi aggiornamenti annuali;
  • pubblicazione degli atti delle stazioni appaltanti relativi alla programmazione ed alle procedure di affidamento;
  • rilevazione e pubblicazione dell’elenco anagrafe delle opere incompiute.

Il Codice dei contratti pubblici assegna inoltre alle Regioni ed alle Province autonome un ruolo di supporto, in ambito territoriale, alle stazioni appaltanti “nell’attuazione del Codice e nel monitoraggio delle fasi di programmazione, affidamento ed esecuzione dei contratti” con l’obiettivo di rendere più efficiente e qualificato l’intero sistema “contratti pubblici”.

Al fine di dare attuazione alle nuove disposizioni normative i Presidenti delle Regioni, con Protocollo d’intesa approvato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e sottoscritto il 28 aprile 2021, costituiscono la Rete degli Osservatori regionali dei contratti pubblici, con l’obiettivo di realizzare una rete di sistemi informativi regionali (nodi regionali) per la raccolta delle informazioni, garantendo l’interoperabilità tra le banche dati sia in ambito centrale che regionale. Ad ITACA è stato assegnato il ruolo di nodo di coordinamento e segreteria di supporto della Rete.

Coordinatore del Gruppo di Coordinamento Tecnico della Rete è il dr. Nicola LOPANE della Regione Puglia (nicola.lopane@regione.puglia.it), e Vicecoordinatore il dr. Andrea BERTOCCHINI della Regione Toscana (andrea.bertocchini@regione.toscana.it), che assicurano il coordinamento delle attività con gli organi dell’Istituto e della Conferenza delle Regioni.

Nodi della Rete degli Osservatori regionali dei contratti pubblici

Ultimi documenti          Data
Regolamento interno Rete degli Osservatori regionali dei contratti pubblici1/2/2022
Rapporto mercato contratti pubblici 2015-2020.xls9/12/2021
Il mercato dei contratti pubblici su base regionale 2015-2020 - nota esplicativa7/12/2021
Protocollo Intesa Rete Osservatori Regionali dei Contratti Pubblici18/6/2021

Consulta la banca dati documentale>>

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies