rss Primo Piano

AVVISO DI SELEZIONE PER N. 2 RISORSE CON PROFILO GIURIDICO

Nella sezione Bandi e Avvisi del sito internet di Itaca è stato pubblicato un Avviso per la selezione di n. 2 risorse con profilo giuridico.
In particolare, i profili professionali ricercati sono due risorse, una senior ed una junior, con formazione giuridica per l’espletamento delle attività di assistenza in materia di diritto amministrativo, con particolare riguardo alla materia dei contratti pubblici, conformemente alla mission associativa. La risorse selezionate opereranno in team in una logica di azione sinergica con i soggetti istituzionali coinvolti nelle attività di Itaca.


PIANO FORMATIVO NAZIONALE SULLA NUOVA DISCIPLINA DEI CONTRATTI PUBBLICI: RIAPERTURA TERMINI DI ISCRIZIONE PER GLI OPERATORI DEGLI ENTI TERRITORIALI


COMUNICATO 4

In relazione all’attuazione del Piano Formativo sulla nuova disciplina dei contratti pubblici, data l’elevata domanda di partecipazione pervenuta da parte delle stazioni appaltanti

SI COMUNICA LA CHIUSURA DEI TERMINI PER L’ISCRIZIONE IL 31 MARZO

Potranno iscriversi al seguente indirizzo www.itaca.org/home_nuova_disciplina.asp gli operatori degli enti locali e territoriali che non avessero già provveduto a presentare le proprie candidature presso il portale della SNA entro il precedente termine del 15 febbraio.

Nei giorni successivi alla chiusura delle iscrizioni, sarà data comunicazione agli iscritti della tempistica e della modalità di fruizione del modulo formativo.


CONFERENZA DELLE REGIONI - PARERE SULLO SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI INTEGRATIVE E CORRETTIVE AL DECRETO LEGISLATIVO 18 APRILE 2016, N. 50

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, nel corso della seduta del 30 marzo 2017, ha espresso parere favorevole sullo schema di decreto legislativo recante “Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 50/2016”, condizionato all’accoglimento delle proposte emendative presentate e ritenute prioritarie. Le Regioni sono state coinvolte, attraverso la partecipazione dei rappresentanti regionali designati dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome alla Cabina di Regia di cui all’art.212 del Codice, nella fase di analisi delle problematiche applicative della norma al fine di proporre eventuali correzioni alla stessa. In particolare, è stata realizzata una consultazione rivolta ai RUP, svoltasi a gennaio 2017, attraverso uno specifico questionario curato dal MIT e Agid, per le stazioni appaltanti centrali dello Stato, e ITACA e Osservatori regionali, per le stazioni appaltanti di ambito territoriale, allo scopo di verificare lo stato di attuazione del Codice e le difficoltà riscontrate dalle stazioni appaltanti nella fase di applicazione. L’analisi delle risposte pervenute è stata oggetto di attenta valutazione da parte delle Regioni in ordine alla elaborazione della proposta di testo correttivo al Codice dei contratti.


Vent’anni di Capitolati Tecnici: prosegue con rinnovato impegno la collaborazione tra ANIE e ITACA

La governance dei due Enti ricorda insieme l’importanza della proficua collaborazione instaurata.
Il Presidente ANIE – Giuliano Busetto e la Presidente di ITACA – Anna Casini raccontano i traguardi e gli obiettivi raggiunti dal progetto Capitolati Tecnici, che rappresenta il frutto di una fattiva collaborazione iniziata ormai ventitré anni addietro, tra due importanti realtà rappresentative dell’Industria e della Pubblica Amministrazione: ANIE Federazione ed ITACA – Istituto per l’Innovazione e Trasparenza degli Appalti e la Compatibilità Ambientale.
Il progetto Capitolati nasce da un incontro, datato 19 maggio 1994 e svoltosi a Venezia, cui parteciparono le Regioni e ANIE Federazione. In quella sede si posero le basi per la definizione di un Capitolato Tecnico destinato alle Residenze Sanitarie Assistenziali. Tale collaborazione ebbe il suo culmine nel momento in cui le regioni si riunirono in ITACA nel 1996.
La nascita del nuovo ente portò ad un riesame degli accordi precedenti, in particolare da quella che era una richiesta della Regione Lazio, capofila dell’attività dei capitolati tecnici; l’accordo fatto con ANIE venne quindi esteso a tutte le regioni partecipanti a ITACA.


Adeguata alle nuove disposizioni del D.lgs. 50/2016 la guida elaborata da ITACA recante “Guida alla redazione dei documenti per la trasparenza e tracciabilità della fase esecutiva dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture”

Nel corso della seduta del 21 dicembre 2016 il Consiglio Direttivo di ITACA ha approvato l’adeguamento alla innovata disciplina dei contratti pubblici (D.lgs. 50/2016), della “Guida alla redazione dei documenti per la Trasparenza e Tracciabilità (T&T) della fase esecutiva dei contratti pubblici di lavori servizi e forniture”, già adottata dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome il 19 febbraio 2015. Il documento, redatto nell’ambito del Gruppo di lavoro interregionale “Legalità e Trasparenza di ITACA, coordinato dalla Regione Campania ed a cui partecipano anche organismi di rappresentanza degli operatori economici (associazioni delle imprese, sindacati e consigli nazionale degli ordini professionali), sarà a breve supportato anche da uno specifico strumento informatico. La guida contiene alcuni allegati tecnici contrattuali utili a promuovere buone prassi di trasparenza per le amministrazioni aggiudicatrici nella gestione della fase esecutiva di un contratto pubblico, per la quale i rischi della corruzione e del condizionamento della criminalità organizzata sono storicamente accertati e si esprimono con maggiore forza e frequenza, in special modo nella gestione dei subappalti e dei subcontratti. Più in particolare, le indicazioni proposte vogliono perseguire un efficace monitoraggio sull’applicazione delle norme vigenti nella fase esecutiva, definendo nel dettaglio metodologie e procedure per la Trasparenza e Tracciabilità del flusso di denaro attinente al contratto.


Parere del Consiglio di Stato sullo schema di decreto recante la definizione dei contenuti della progettazione in materia di lavori pubblici

Il Consiglio di stato, nel parere del 10 gennaio 2017 n. 22 sullo schema di decreto ministeriale su proposta del Consiglio superiore dei lavori pubblici, previsto dall’articolo 23, comma 13 del nuovo codice dei contratti pubblici che definisce i tre livelli progettuali, invita il Governo a coinvolgere ITACA e più in generale le autonomie territoriali nell’elaborazione del testo, che rappresenta uno dei punti cardine della disciplina di dettaglio al Codice. I giudici di Palazzo Spada, in particolare, chiedono un supplemento di istruttoria e per tale motivo sospendono l’espressione del parere dopo avere formulato taluni rilievi di carattere generale e su specifiche previsioni del testo finora elaborato. Nel merito, dopo avere rimarcato come una delle maggiori novità della nuova disciplina (che il decreto è chiamato ad attuare) riguarda la sostituzione del progetto preliminare con il progetto di fattibilità tecnica ed economica che «assume un ruolo chiave nell’ambito del processo di progettazione», il parere evidenzia come lo schema di decreto abbia previsto la possibilità di articolare in due fasi il progetto di fattibilità, con la prima fase che si conclude con la redazione del «documento di fattibilità delle alternative progettuali». Secondo il Consiglio di Stato, invece la suddivisione bifasica del primo livello «non appare favorire la linearità della procedura» e non risulta coerente con il Codice che invece «sembra favorire la concentrazione delle fasi».


archivio >>

rss News

L’Architettura dei Contratti di Concessione e di Partenariato Pubblico Privato nel Nuovo Codice dei Contratti Pubblici d.lgs. 50/2016

04/02/2017 - di Massimo Ricchi


Sancita l’intesa in Conferenza Unificata sulle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni

22/12/2016 - La Conferenza Unificata nella seduta del 22 dicembre 2016 ha espresso l'intesa sullo schema di Decreto del Ministero delle infrastrutture e trasporti recante il testo aggiornato delle Norme Tecniche per le Costruzioni di cui al DPR 380/2001 e al DL 136/2004. La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, nell’intesa, ha richiesto al Governo di istituire, con tutta la celerità possibile, un Gruppo di lavoro tecnico tra Regioni ed ANCI, che sviluppi una proposta di revisione del DPR 380/2001 introducendo: ▪ il vincolo del Fascicolo del Fabbricato, o altro, analogo, strumento informativo; ▪ principi specifici per la formazione degli operatori; ▪ certi e adeguati processi di controlli e sanzioni; ▪ nuovi criteri per l’aggiornamento delle NTC. La Conferenza delle Regioni ha altresì proposto al Governo alcuni emendamenti e alcune ulteriori importanti raccomandazioni da ritenersi parte integrante e sostanziale del parere espresso in sede di Conferenza Unificata.


VALUTAZIONE ENERGETICO AMBIENTALE EDIFICI: LA REGIONE MARCHE AGGIORNA LE LINEE GUIDA E ORGANIZZA CORSI GRATUITI PER 242 TECNICI

01/09/2016 - Aggiornate le linee guida per la valutazione energetico ambientale degli edifici residenziali. La giunta delle Regione Marche ha approvato la modifica su proposta della vicepresidente Anna Casini che è anche presidente dell’Istituto per la certificazione degli appalti e la compatibilità ambientale (ITACA), lo stesso che a livello nazionale ha dettato la nuova Prassi di riferimento per il settore. “Nella doppia veste di presidente di Itaca e assessore della Regione capofila al tavolo interregionale per l’edilizia sostenibile – ha spiegato Casini – ho ritenuto opportuno che le Marche fossero tra le prime a dare il buon esempio adeguandosi alle direttive di Itaca riguardo ai nuovi decreti per la certificazione energetica che hanno modificato sostanzialmente modalità e metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche. Si tratta di un tema tecnico e complesso per i non addetti, ma particolarmente importante per tutti i cittadini perché incide fortemente sulla qualità delle nostre abitazioni e di conseguenza anche sulla qualità della nostra vita e dell’ambiente circostante.


Nuovo prezziario delle opere edili in Liguria

21/06/2016 - E' stato approvato dalla Giunta regionale su proposta dell'assessore alle Infrastrutture e all'ambiente Giacomo Giampedrone il nuovo prezziario delle opere edili in Liguria. Il prezziario, che sarà on line e accessibile a tutti gratuitamente, prende in esame circa 7.500 voci, costantemente aggiornate e rese disponibili a tutti i soggetti interessati. Tutte le voci e i prezzi saranno utilizzabili da tutti gli operatori, sia pubblici che privati e scaricabili.


archivio >>

rss Convegni

05/07/2017
h: 14,30 - 17,00
Servizi per i patrimoni pubblici: come vivono la riforma degli appalti gli addetti ai lavori

Sede: Centro Congressi Confindustria - Sala Conferenze "EF" - Viale dell' Astronomia 30 - Roma EUR - Organizzazione: PA


04/07/2017
h: 15,00
Codice 50 - 56: presentazione del commento Contessa - Crocco, con interviste ai commentatori

Sede: Tar Lazio - Via Flaminia, 189 - Roma - Organizzazione: IGI


22/06/2017
h: 9.15
2° Forum internazionale OICE sul BIM - Gli ultimi sviluppi: dalle best practice internazionali, dalla ricerca EFCA, dai casi pilota OICE e dalle case software

Sede: Aldrovandi Villa Borghese - Via Ulisse Aldrovandi,15 - Roma - Organizzazione: Oice



rss Rassegna stampa

21/06/2017 - Corriere dell' Umbria Il nodo di Perugia è da inserire subito nella programmazione dell' Anas

21/06/2017 - Avvisatore Marittimo Pronti 330 milioni per la Prato - Bologna

21/06/2017 - Il Sole 24 Ore Infrastrutture da 3 mila miliardi l'anno

21/06/2017 - Il Sole 24 Ore Opere meno grandi ma più utili al Paese

21/06/2017 - Il Sole 24 Ore Appalti digitali: obbligo dal 2019

archivio >>