rss Primo Piano

PUBBLICATI GLI ELENCHI DELLE OPERE INCOMPIUTE AGGIORNATI AL 31.12.2018

Alla pagina https://www.serviziocontrattipubblici.it/SPInApp/it/works_unfinished.page del Servizio Contratti Pubblici, sono stati pubblicati gli elenchi anagrafe delle opere pubbliche incompiute aggiornati al 31 dicembre 2018.
L’attività di ricognizione annuale ha visto impegnati operativamente il Ministero, le Regioni e Province autonome ed ITACA.
Dalla rilevazione emerge una contrazione del numero delle opere incompiute rispetto all’anno scorso (- 15,6 %), che conferma la tendenza positiva, registrata negli ultimi due anni, di una ripresa dei lavori di completamento delle opere. Ciò grazie anche all’effetto prodotto dalle nuove disposizioni in materia di programmazione di lavori pubblici (DM n.14/2018) che impegnano le amministrazioni nell’individuazione di soluzioni per il superamento della problematica concernente le opere incompiute.


Seminario di presentazione della nuova PdR UNI 13:2019 - Aggiornamento del Protocollo ITACA

Il prossimo mercoledì 25 settembre si svolgerà a Milano, presso l’Auditorium G. Testori, Regione Lombardia, Piazza Città di Lombardia n.2, il seminario di presentazione della nuova PdR UNI 13, che ha adeguato ed aggiornato il contenuto dei criteri del Protocollo ITACA ai Criteri Minimi Ambientali ed alla normativa tecnica.
Il convegno, organizzato da ITACA, UNI e Regione Lombardia, con la collaborazione dei Consigli Nazionali degli Ingegneri e degli Architetti, oltre ad essere il primo evento informativo sul nuovo strumento è l'occasione per discutere con i maggiori esponenti del mercato di settore.
L’edizione 2019 della Prassi di riferimento UNI/PdR 13 è l’evoluzione del Protocollo ITACA per la valutazione della sostenibilità ambientale degli edifici.
In pratica la Prassi coniuga il ruolo della normazione tecnica UNI con i criteri di valutazione ambientale propri del Protocollo ITACA, che è uno dei principali rating system europei.
Questo documento para-normativo è basato quindi sia sulla legislazione nazionale vigente sia sulla normativa tecnica, e tiene conto dell’esperienza e delle modalità costruttive tipiche del nostro Paese.
Il suo scopo? Facilitare il lavoro di tutti gli operatori del settore.
La metodologia di valutazione prestazionale degli edifici che la Prassi di riferimento descrive si basa su un giudizio oggettivo e parametrizzato di una serie di criteri che vanno a investigare l’immobile nella sua interezza.
La nuova UNI/PdR 13:2019, in particolare, introduce però due importanti novità rispetto all’edizione precedente:
▪ una sezione dedicata alla valutazione della sostenibilità ambientale del “non residenziale”;
▪ l’adeguamento ai Criteri Ambientali Minimi di cui al DM 11 ottobre 2017.
La prassi ha quindi l’obiettivo di favorire un nuovo processo di sviluppo e di qualificazione del settore delle costruzioni che tenga conto degli aspetti ambientali.
Il seminario - organizzato da ITACA, UNI e Regione Lombardia - intende portare a conoscenza degli operatori il nuovo strumento di valutazione ed è rivolto a imprese, progettisti, produttori ed enti pubblici.
La partecipazione è gratuita.
L'evento prevede il riconoscimento di crediti formativi per Ingegneri e Architetti.


Seminario APPALTI PUBBLICI: LE NOVITA’ DEL DECRETO “SBLOCCA CANTIERI”

Ieri si è svolto il seminario di approfondimento sul Decreto "Sblocca Cantieri". L'evento è stato promosso e realizzato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, da Itaca (Istituto per l'innovazione e la trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale) e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Nel corso della mattinata, sono state affrontate le problematiche attinenti alle nuove norme del codice dei contratti pubblici modificate dalla Legge 55/19 e sono state fornite indicazioni e chiarimenti agli operatori delle stazioni appaltanti. Nel pomeriggio invece si è tenuta la tavola rotonda dal titolo “Il decreto sblocca cantieri: il punto di vista degli operatori del settore” che ha visto la partecipazione dei rappresentanti delle organizzazioni sindacali e delle associazioni rappresentative del mondo dell'impresa e dei rappresentanti della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome.


Pubblicata la prassi di riferimento UNI/PdR 13:2019 “Sostenibilità ambientale nelle costruzioni – Strumenti operativi per la valutazione della sostenibilità”

Pubblicata la prassi di riferimento UNI/PdR 13:2019 “Sostenibilità ambientale nelle costruzioni – Strumenti operativi per la valutazione della sostenibilità”, frutto della collaborazione tra UNI, Ente Italiano di Normazione e ITACA, Istituto per l’Innovazione e la Trasparenza degli Appalti e Compatibilità Ambientale. La prassi di riferimento permette di formulare un giudizio sintetico sulla performance globale di un edificio, assegnando un punteggio indicativo del livello di sostenibilità ambientale. È quindi un utile strumento per il progettista, di controllo e di indirizzo per la pubblica amministrazione, e di supporto alla scelta del consumatore.


Gestire la domanda pubblica come leva d’innovazione

Dopo Roma e Milano, si è tenuta il 9 luglio scorso presso l’Unione industriali Napoli la terza tappa del roadshow sul tema della domanda pubblica come leva di innovazione, organizzato da Confindustria, Agid (Agenzia per l’Italia Digitale), Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e ITACA. Si è voluto dare un segnale sulla prosecuzione della collaborazione pubblico-privato su questi temi, dando evidenza che le sinergie attivate hanno reali prospettive di successo con un impatto determinante in tema di politica industriale. È emerso in modo forte l’intento di creare un vero e proprio ”ecosistema dell’innovazione”, dove ogni attore delle politiche a sostegno della domanda pubblica di innovazione possa avere un ruolo specifico. Il segnale che la sfida in atto si stia concretizzando è la sottoscrizione dell’accordo Mise-Agid con il quale verranno attivati, a breve, i 50 mln di euro messi a disposizione dal Mise per l’avvio degli appalti innovativi. Di particolare interesse per le imprese il ruolo di “innovation broker”, che assumerà Confindustria per favorire quelle condizioni per fare nascere partenariati industriali che sono il presupposto fondamentale per poter sviluppare soluzioni innovative, sollecitate con la domanda pubblica.


Appalti, al via il Portale unico nazionale per gare e programmazione

Da oggi è operativo il Portale unico per la pubblicità delle gare e dei programmi di lavori, beni e servizi del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, grazie al quale, con un solo clic, sarà possibile avere una panoramica di tutte le gare di appalto in corso in Italia, sia a livello nazionale che regionale. Il portale è l’esito del progetto di cooperazione applicativa per la realizzazione del Sistema a rete Mit/Regioni e Provincie autonome, ed è stato realizzato grazie alla collaborazione tra la Direzione generale per la regolazione e i contratti pubblici del Mit, gli Osservatori regionali e provinciali dei contratti pubblici ed ITACA. Il portale rende possibile, con la consultazione di una unica piattaforma a livello nazionale, semplificare gli obblighi informativi a carico delle stazioni appaltanti e migliorare sia la trasparenza che la diffusione dei dati e delle informazioni relative a bandi, avvisi ed esiti di gara e alla programmazione di lavori, beni e servizi. Una grande novità di trasparenza non solo per gli operatori del settore ma anche per i singoli cittadini. Il tutto a portata di clic. Nel corso delle prossime settimane sarà pienamente operativa la cooperazione applicativa tra la piattaforma SCP e le piattaforme regionali per l'interscambio dei dati, che permetterà l'interrogazione della banca dati nazionale.


archivio >>

rss News

ITACA partecipa al convegno - Nuove prospettive per un'edilizia pubblica sostenibile -

11/06/2019 - La Camera di Commercio di Milano, Monza, Brianza, Lodi ha organizzato un convegno a Milano presso la propria sede per il giorno 19/06/19 dal titolo "Nuove prospettive per un'edilizia pubblica sostenibile - L'applicazione dei Criteri Ambientali Minimi". ITACA interverrà descrivendo il lavoro di adattamento del Protocollo (che a breve diventerà la PDR UNI 13:2019) a quanto disposto dai CAM edilizia.


Conclusa a Scilla la Conferenza Internazionale SBE 2019

21/05/2019 - Si è conclusa venerdì scorso la Conferenza Internazionale SBE 2019 Sustainable Built Environment. Durante il dibattito sono stati affrontati temi di interesse anche per le possibili ricadute sul Protocollo ITACA quali l'integrazione dei sistemi di valutazione nelle politiche e nei processi decisionali delle autorità pubbliche nell'ottica della valutazione della sostenibilità dell'ambiente urbano costruito di fronte ai cambiamenti climatici; si è parlato anche dell'uso di sistemi di valutazione negli appalti pubblici, nei programmi di finanziamento, nei regolamenti, nei piani urbanistici e nelle politiche basate sugli incentivi. Numerosi gli interventi anche sulle strategie per l'armonizzazione dei sistemi di valutazione pubblica a livello di edifici, ambito urbano e ambito territoriale. Per ulteriori informazioni e per maggiori dettagli sugli interventi dei relatori si veda al seguente link: https://www.sbe19scilla.org/index.php


Conferenza del ciclo SBE (Sustainable Built Environment) a Scilla dal 16 al 17 maggio 2019

10/01/2019 - La Regione Calabria ospiterà, dal 16 al 17 maggio 2019, una delle Conferenze del ciclo SBE (Sustainable Built Environment). Il ciclo SBE 2018-2020 prevede 15 conferenze nazionali a Taiwan, Eindhoven, Valletta, Weimar, Helsinki, Praga, Milano, Graz, Cardiff, Temuco (Cile), Salonicco, Tokio, Sydney, Istambul e Scilla; una conferenza Mondiale in Svezia a Gothenburg nel 2020. Il focus della Conferenza SBE19 Scilla sarà incentrato su politiche, programmi e piani d'azione mirati a migliorare la sostenibilità dell'ambiente costruito. Durante il dibattito saranno affrontati temi di grande interesse: l'integrazione dei sistemi di valutazione nelle politiche e nei processi decisionali delle autorità pubbliche; l'uso di sistemi di valutazione negli appalti pubblici, nei programmi di finanziamento, nei regolamenti, nei piani urbanistici e nelle politiche basate sugli incentivi; le strategie per l'armonizzazione dei sistemi di valutazione pubblica a livello di edifici, ambito urbano e ambito territoriale. Ulteriori informazioni e il tool per l’abstract submission sono disponibili al seguente link: https://sbe19scilla.org/index.php


Pubblicato il manuale operativo per gli acquisti verdi relativamente alla progettazione, realizzazione e ristrutturazione di edifici con criteri di sostenibilità.

22/11/2018 - Il manuale, realizzato nell’ambito delle attività per la promozione del Green Public Procurement del progetto PREPAIR (LIFE 15 IPE IT 013) finanziato dal programma LIFE 2014-2020 dell’Unione Europea, è stato redatto da Regione Emilia-Romagna, Regione Friuli Venezia-Giulia, Regione Piemonte, Regione Veneto, Provincia autonoma di Trento, Comune di Bologna, Arpae ed ERVET Spa ed è una guida per le stazioni appaltanti nell'applicazione dei CAM Edilizia (DM 11/10/17). Nella prima sono descritte le disposizioni introdotte dal nuovo Codice appalti per promuovere la sostenibilità ambientale di una procedura di gara; la seconda parte comprende una sintesi e le indicazioni operative per le stazioni appaltanti per spiegare al meglio l’ambito di applicazione del CAM edilizia, i contenuti specifici e i mezzi di prova ammissibili.


archivio >>

rss Rassegna stampa

30/09/2017 - Il Sole 24 Ore - Edilizia e Territorio Codice, passi avanti nei decreti per progettazione e piani Pa

27/09/2017 - Corriere della Sera Grandi opere i soldi ci sono perchè non li spendono? ripresa fragile

25/09/2017 - Corriere della Sera Senza le infrastrutture sarà una ripresa zoppa

23/09/2017 - La Repubblica Pedemontana serve il via libera dal governo

22/09/2017 - La Repubblica Diga Foranea, avanti tutta sul progetto patto Delrio e Signorini per l'opera

archivio >>